Vai a sottomenu e altri contenuti

Presentazione

Siniscola come 'capoluogo' della Baronia, sta assumendo un ruolo sempre più dominante grazie alla presenza di attività amministrative di rilievo e alle attività commerciali. La città manifesta oggi una notevole capacità di attrazione nei confronti dei paesi vicini. Si trova al centro di un'asse stradale che la pone al centro di vie di comunicazione lungo la direttrice Nuoro-Olbia.

Il Centro figura tra i più popolati nell'ambito della Provincia di Nuoro, insieme al capoluogo e a Macomer. La popolazione è oggi in continua crescita e si attesta infatti intorno ai 12.000 abitanti residenti, con oscillazioni che risentono di continui cambiamenti e di importanti trasformazioni demografiche. Siniscola, da centro di emigrazione iniziata negli anni '50 e '60 per il centro Europa, sta diventando sempre più un centro multietnico, luogo di immigrazione per molti lavoratori extracomunitari. Si tratta di un dato in costante crescita e di un fattore positivo denso di implicazioni sociali e economiche.

L'economia

Le attività economiche di Siniscola si presentano in un quadro complesso che manifesta continue trasformazioni rispetto al passato e che condizionano visibilmente la conformazione del paesaggio e delle attività lavorative.

Le attività prevalenti consistono: nell’allevamento, lavorazione di prodotti caseari, attività estrattiva, artigianale, portuale e pesca. La sua maggiore attività artigianale è rappresentata dalla lavorazione della terracotta, resa possibile sin dall’antichità grazie a un sottosuolo particolarmente ricco di argilla rossa, con la quale anche una piccola industria locale fabbricava laterizi. Attualmente alcune imprese a conduzione familiare producono oggetti di ottima fattura.

Il substrato di tipo agropastorale vanta ancora una forte tradizione insieme a una cospicua serie di capi di bestiame ovini, caprini e bovini.

Importanti sviluppi si riscontrano nel sistema di tipo terziario, caratterizzato dai servizi sociali e amministrativi, dalla diversità del lavoro e da una forte impronta determinata dal turismo. Questo settore appare in costante crescita ed è caratterizzato, in particolare modo, dalla presenza di seconde case, di attività agrituristiche e dall'ospitalità diffusa dei bed and brekfast.

Lo Stemma comunale

Lo Stemma comunale, concesso con decreto del Presidente della Repubblica in data 19 luglio 1999, risulta troncato semipartito, diviso in tre sezioni:

  • la prima, troncata di azzurro e oro, recepisce il gallo, simbolo del Giudicato di Gallura, al quale Siniscola apparteneva all’epoca dei giudicati;
  • la seconda, riporta lo scaccato di azzurro e argento, diviso in sedici pezzi, che rappresenta i colori tradizionali usati nelle competizioni sportive: l’azzurro ricorda il mare che bagna il territorio di Siniscola e l’argento il Montalbo che sorge alle spalle del paese;
  • la terza, su sfondo azzurro, riporta la torre aragonese di Santa Lucia del 1600, costruita a sentinella per segnalare le incursioni saracene.